I greci: storia

Appunto inviato da alibuu
/5

Analisi del sistema politico della civiltà greca. Tesina sulla storia dei greci (3 pagine formato doc)

I GRECI: STORIA

Greci.

La democrazia nacque con i greci intorno all’ottavo, settimo secolo a.C. poco dopo la nascita delle poleis, città senza palazzo ma con piazza (Agorà), in Grecia. I Greci, o Elleni, sono nati da un insieme di etnie nomadi di origine indoeuropea, tra le quali troviamo i Dori, Eoli, Ioni, che si stanziarono nel Peloponneso verso il 1100 a.C. dopo la fine del grande popolo miceneo, che influenzò comunque molto la cultura dei Greci.
Dopo la caduta dei Micenei ci fu un periodo chiamato l’Età Buia (1200-900 a.C.), in cui la scrittura scomparve.
Dopo questo periodo di transizione l’unica classe sociale che riuscì a sopravvivere senza molti problemi fu l’aristocrazia guerriera, che salì al potere della nuova società, il re di questo governo era “Basileus”, questo sovrano era diverso da quelli delle popolazioni del passato, non aveva un potere assoluto, infatti prima di prendere una decisione si consultava con altri aristocratici, per questo motivo veniva anche chiamato “primo tra gli uguali”, questo secondo me è un possibile inizio di un governo democratico.

Grecia: tesina di geografia

 

CIVILTA' GRECA

Anche se i Greci avevano tutti la stessa origine le poleis rimasero sempre delle città stato indipendenti, infatti la storia greca è piena di conflitti tra poleis e alleanze temporanee. Questa particolarità delle poleis è probabilmente la causa della ricchezza culturale e politica della civiltà ellenica, questa immensa ricchezza è anche dimostrata dalle molte parole che ci hanno lascito (monarchia, tirannia…).
Le poleis greche ebbero molti tipi di governo diversi, a partire dalla monarchia, l’aristocrazia, oligarchia, la tirannide e solo in fine la democrazia. Nella maggior parte di poleis il percorso fu questo: inizialmente c’era un sovrano che aveva guidato le città in guerra, col passare del tempo i nobili si impadronirono del potere. Verso l’ottavo secolo a.C. ricominciarono a fiorire la produzione di manufatti ed i commerci marittimi. nello stesso periodo ci fu l’evoluzione delle tecniche di guerra, che portò alla creazione della falange oplitica e con la conseguenza dell’aumento del numero dei soldati. Questi due importanti fatti sommati portarono a una diminuzione del peso politico dei nobili e a un aumento di quello delle altre classi sociali.

Il territorio della Grecia: riassunto

 

STORIA GRECA

Di questa situazione ne approfittarono i tiranni, i quali si presentarono come difensori delle masse più deboli e così facendo si impadronirono del potere dello stato. Il predominio dei tiranni non durò mai molto a lungo perché essi avevano mandato in esilio molti nobili, per salire al potere più velocemente, ma così facendo alla sua morte non c’era un erede ed era molto facile che si instaurasse una democrazia.
La democrazia: La democrazia presente in Grecia era molto diversa da quella moderna, detta democrazia “rappresentativa”, infatti si trattava di una democrazia “diretta” nella quale la sovranità non era delegata ad un deputato eletto che poi la esercitasse in nome degli elettori.
Nelle poleis tutti i cittadini avevano tre diritti:
•    partecipare attivamente alla vita politica dalla polis;
•    militare nell’esercito;
•    possedere terre;
chi non possedeva questi diritti non era considerato un vero cittadino, ma solo un abitante della polis.