Seconda guerra mondiale: tesina per esame

Appunto inviato da salex88
/5

Tesina sulla Seconda guerra mondiale per l'esame di storia: l'espansionismo nazista in Europa, fasi, effetti e conseguenze politiche della guerra, immagini che rappresentano la situazione dell'Europa prima e dopo la guerra (7 pagine formato doc)

SECONDA GUERRA MONDIALE: TESINA PER ESAME

Tesina sulla seconda guerra mondiale
Esame di storia.

La seconda guerra mondiale.
- L’espansionismo nazista in Europa. L’avvento del nazismo pose fine al periodo di pace che regnava in Europa. La prima iniziativa di Hitler in politica estera fu quella di far uscire dalla Società delle Nazioni la Germania.
Violò le limitazioni che le erano state imposte con il trattato di Versailles dopo la sconfitta della Prima guerra mondiale. Per prima cosa procedette immediatamente al riarmo cioè alla costruzione di una flotta e di un esercito, e successivamente, nel marzo 1936, occupò militarmente la Renania.
Il successo di questa operazione dava l’impressione di una rivincita rispetto alla sconfitta del 1918 e rafforzava il consenso interno verso Hitler. L’unico problema era la mancanza di un alleato.
In quell’anno Mussolini conquistava l’Etiopia e si avvicinò alla Germania.
Hitler raggiunse un intesa con il Giappone e nel 1937 fu firmato l’asse Roma-Berlino-Tokio Sfruttando la debolezza di Francia e Inghilterra, Hitler iniziò a realizzare il suo programma espansionistico, conquistando nel marzo 1938 l’Austria; nel 1938 occupò una parte della Cecoslovacchia, in cui c’erano minoranze tedesche, i Sudeti; nel marzo 1939 occupò la Boemia e la Moravia. Successivamente iniziò a rivendicare Danzica e il corridoio polacco. A questo punto, rendendosi conto della pericolosità di Hitler, Francia e l’Inghilterra iniziarono a stringere alleanze con le nazioni minacciate dalla Germania.
L’Italia fascista seguendo l’esempio dei nazisti invase l’Albania, e rafforzò l’alleanza con la Germania firmando il “Patto d’Acciaio” il 22 maggio 1939.
Il 23 agosto 1939 Germania e Russia firmarono il “patto Molotov-Ribbentrop” e si accordarono per dividersi la Polonia.

Seconda guerra mondiale: tesina di maturità


TESINA TERZA MEDIA SECONDA GUERRA MONDIALE GIA' FATTA

- Le operazioni preliminari
Prima fase: predominio delle potenze dell’asse
Il 1° settembre 1939 la Germania invase la Polonia e la conquistò in meno di tre settimane.
Il 3 settembre Francia e Gran Bretagna dichiararono guerra alla Germania. Iniziava così la seconda guerra mondiale.
L’Unione Sovietica, come previsto dall’accordo, conquistava la Polonia orientale, e nell’inverno del 1939-1940 conquistò la Lituania, la Lettonia, l’Estonia e la Finlandia.
Nel 1940 la Germania attaccò la Norvegia, la Danimarca, il Belgio, l’Olanda e la Francia. Il 14 giugno Parigi fu occupata dalle truppe naziste e il 23 la Francia si arrese.
Negli stati conquistati dai nazisti si imposero governi collaborazionisti, formati da persone disposte a collaborare con essi. La Francia fu divisa in due:
-    il settentrione controllato dai nazisti;
-    il meridione affidato al governo collaborazionista di Pétain, con sede a Vichy.
Ma non tutti i francesi si erano arresi: per esempio il generale Charles De Gaulle, fuggito a Londra, cercò di incoraggiare i francesi a non arrendersi e a continuare la guerra.

Seconda guerra mondiale: tesina di terza media


SECONDA GUERRA MONDIALE: TESINA TERZA MEDIA

L’Italia il 10 giugno 1940 dichiarò guerra alla  Francia e Gran Bretagna. Mussolini pensò che la Francia fosse un bersaglio facile e per questo l’ aggredì. Fece muovere le truppe sul versante alpino, ma poco addestrati i soldati italiani avanzavano con estrema lentezza.
L’Italia era del tutto impreparata ad affrontare una guerra: l’esercito disponeva di armamenti limitati ed arretrati, l’aviazione era costituita da pochi aerei; solo la marina era ben equipaggiata.
Si capì subito la difficoltà dell’Italia ad affrontare la guerra: non riuscì a conquistare Malta e neppure l’Africa settentrionale sotto il dominio inglese. Ma il fallimento più grave si ebbe in Grecia nell’ottobre 1940, e solo l’intervento dei tedeschi consentì di riprendere la conquista.
Ormai Hitler aveva conquistato tutta l’Europa, mancava solo la Gran Bretagna guidata da Churchill. Questi rifiutò le proposte di pace avanzate da Hitler e dichiarò guerra ai tedeschi.