Tesina sulla storia della Sardegna

Appunto inviato da mauriziotatti
/5

Tesina sulla storia della Sardegna: dal nuragico sino all'eta giudicale (37 pagine formato doc)

TESINA SULLA STORIA DELLA SARDEGNA

Storia della Sardegna.


Le prime leggende - Sulle popolazioni più antiche della Sardegna si raccontano varie leggende:
1)    I primi ad arrivare in Sardegna furono i Shardana , un popolo di navigatori del Mediterraneo provenienti dalla Libbia. Li guidava il Re Sardus da lui la Sardegnaderivò il proprio nome
2)    Un’altra leggenda ci dice che la città di Nora, la più antica dell’isola fu fondata dallo spagnolo Norace che avrebbe raggiunto la Sardegna attraverso le isole Baleari. Da questi emigrati sarebbero discesi i Balari.
3)    Un terzo gruppo di colonizzatori arrivarono dalla Grecia e fondarono le città di Cagliari e Olbia.
I loro discenti sono chiamati Iliesi.
Perchè la Sardegna è stata abitata solo nel neolitico? - Mentre nelle altre regioni d'Italia sono state trovate numerose tracce dell’uomo paleolitico, in Sardegna l’unica traccia del periodo paleolitico e la grotta di “ziu Santaro” a Dorgaliu. Un gruppo di uomini sarebbero arrivati in Sardegna provenienti dalla penisola attraverso il Mar Tirreno che si era abbassato di 95 m. per il diffondersi di una vasta glaciazione.

Sardegna preistorica: prenuragica e nuragica


TESINA TERZA MEDIA SULLA SARDEGNA

Quando il disgelo fece risollevare il livello del mare e la Sardegna ridivenne una terra isolata, gli uomini che vi erano approdati si
estinsero e scomparvero misteriosamente. Quindi possiamo dire che la Sardegna pur essendo una fra le terre più antiche del mediterraneo è stato abitato stabilmente solo nel neolitico. Ci sono vari motivi :
1)    La Sardegna è un’isola ed è distante dalla penisola 190 km.
2)    Le caste della Sardegna sono per la maggior parte alte, rocciose e prive di parti naturali. Le imbarcazioni erano fatte di tronchi di alberi e non erano resistenti per lunghe distanze.
3)    La Sardegna non aveva nessuna importanza economica e commerciale.
Il neolitico in Sardegna - La Sardegna è stata abitata stabilmente nel periodo neolitico. I primi resti dei neolitici sono stati scoperti nelle seguenti località:
1)    Isolotto di Santo Stafano (tra la Madalena e Caprera)
2)    Isola Tavolara (Olbia)
3)    Grotta della volpe presso Alghero (sono stati ritrovati una quarantina di scheletri umani)
4)    Monte Maiore (Tiesi)
5)    Monte Albo
6)    Monte Arci
7)    Grotta di Sant’Elia (Cagliari).

Sardegna: ricerca di geografia


TESINA SULLA SARDEGNA

Come erano i neolitici sardi - Dagli studi sugli scheletri trovati nella grotta di Alghero si deduce che i neolitici avessero una statura media sul metro e 63 e un’alimentazione a base di cibi crudi, ricca di vitamine ma scarsa di zuccheri .Questo si deduce dal fatto che le carie erano un fatto molto raro, invece si aveva una notevole usura dei denti.
la vita media era sui 30-35 anni, la vita delle femmine era più breve di quella dei maschi, così che il numero dei maschi superava quello delle femmine nella proporzione di 2 a 1.