Ricerca sulle telecomunicazioni

Appunto inviato da volleyxoxo
/5

Ricerca sulla storia delle telecomunicazioni: i segnali elettrici e i sistemi di comunicazione, il telegrafo, le onde elettromagnetiche, la radio di Guglielmo Marconi, la televisione, il telefono ed internet (3 pagine formato doc)

RICERCA SULLE TELECOMUNICAZIONI

Telecomunicazioni.

Storia delle telecomunicazioni
Telegrafo elettrico: il primo strumento usato per le telecomunicazioni. Brevettato da Samuel Morse nel 1840. Un codice di punti e linee che si trasmetteva con un pulsante elettrico. Il primo cavo era tra l’Irlanda e il Canada.
Telefono: inventato da Antonio Meucci nel 1871 ma è stato Graham Bell a brevettarlo. Nel 2002 la camera degli Stati Uniti ha riconosciuto a Meucci l’invenzione.
Si ascoltava e parlava in una cornetta e la voce veniva trasformata in impulsi elettrici che passavano su un filo di rame.
Telegrafo senza fili: nato nel 1895 da Guglielmo Marconi che invia il primo segnale morse usando le onde radio. Il segnale fu ricevuto a 1,6 km di distanza. L a prima trasmissione transatlantica è stata nel 1901 dall’Inghilterra al Canada.

Tutto su Guglielmo Marconi

TELECOMUNICAZIONI STORIA

Radio: la diffusione iniziò negli Stati Uniti, in Olanda, in Inghilterra, in Italia e in Germania. Per le classi più basse la radio era il divertimento principale. Alcune famiglie si trovavano a una certa ora insieme per ascoltare il programma preferito.
Televisione: la diffusione iniziò nel 1936 con brevi programmi in Gran Bretagna, Francia, Germania e Stati Uniti. Le trasmissioni regolari iniziarono nel 1946 dopo la seconda guerra mondiale. In Italia iniziarono nel 1954 con un solo canale.
Telefonia mobile: il primo telefonino fu messo in commercio nel 1983 negli Stati Uniti e pesava 8 etti e costava 4000 dollari. Da allora si sono succedute 3 generazioni di apparecchi: i primi cellulari di tipo analogico, tecnologie digitali che permettono chiamate, SMS, MMS e collegamento al PC.
Internet: nasce negli Stati Uniti nel 1966 come progetto militare per la comunicazione delle basi. Questa rete fu chiamata ARPANET e solo gli esperti la sapevano utilizzare. Nel 1985 fu reso disponibile anche per enti scientifici. Pochi anni dopo a Ginevra fu inventato l’http un semplice modo per comunicare su internet e viene anche creato il www.

Le telecomunicazioni: riassunto

TELECOMUNICAZIONI COSA SONO

Dove viaggiano i segnali elettrici. La telecomunicazione è la comunicazione a distanza di suoni, parole, immagini.
Per far viaggiare le informazioni servono apparecchi che trasformano la voce, o le immagini o le pagine scritte in segnali elettrici; questi segnali sono poi inviati su cavi elettrici che li portano a destinazione.
I segnali viaggiano attraverso:
- Il doppino telefonico è formato da 2 fili conduttori di alluminio o rame rivestiti di plastica colorata. Il filo è sottile perché deve trasmettere segnali in bassa tensione. Il doppino è riunito in cavi di varie dimensioni.
- La fibra ottica: è un filo di vetro sottile e lunghissimo con una parte centrale(nucleo) e una parte esterna(mantello). In essa scorre un sottilissimo fascio di luce laser che si propaga.
Per trasmettere un segnale serve la conversione da elettrico a luminoso e da luminoso a elettrico. Collega le centrali telefoniche. In una fibra possono passare 8000 conversazioni simultanee.
- Il ripetitore per telefonini: è un’antenna di aste metalliche collegata ad un oscillatore alla base.
Genera onde elettromagnetiche che si allargano in tutte le direzioni.