L'infanzia abbandonata: tesina

Appunto inviato da sarabaldin
/5

Tesina maturità sull'abbandono e l'adozione nella storia: il principato adottivo, l'adozione nell'antica Roma, l'adozione oggi, attaccamento e adozione, adozione e scuola e riassunto del romanzo "Oliver Twist" di Dickens (24 pagine formato doc)

INFANZIA ABBANDONATA: TESINA

Infanzia abbandonata e adozione: tesina.

“Adottare dei bambini, sentendoli e trattandoli come veri figli, significa riconoscere che il rapporto tra genitori e figli non si misura solo sui parametri genetici. L’amore che genera è innanzitutto dono di sé.
C’è una “generazione” che avviene attraverso l’accoglienza, la premura, la dedizione. Il rapporto che ne scaturisce è così intimo e duraturo, da non essere per nulla inferiore a quello fondato sull’appartenenza biologica. Quando esso, come nell’adozione, è anche giuridicamente tutelato, in una famiglia stabilmente legata dal vincolo matrimoniale, esso assicura al bambino quel clima sereno e quell’affetto, insieme paterno e materno, di cui egli ha bisogno per il suo pieno sviluppo umano.
Proprio questo emerge dalla vostra esperienza. La vostra scelta e il vostro impegno sono un invito al coraggio e alla generosità per tutta la società, perché questo dono sia sempre più stimato, favorito e anche legalmente sostenuto.”

                 Papa Giovanni Paolo II – 5 settembre 2000

Infanzia: tesina maturità

TESINA MATURITA' SULL'ABBANDONO

INTRODUZIONE
Scopo del presente lavoro è offrire una panoramica sulla realtà dell’adozione, unitamente ad alcune considerazioni sul fenomeno dell’infanzia abbandonata.
L’idea del presente lavoro nasce da un’esperienza diretta di adozione che sta vivendo la mia famiglia da pochi mesi, con l’arrivo di mia cuginetta dal percorso dell’adozione nazionale.
Il suo arrivo ha aperto per me le porte di una realtà sino a quel momento conosciuta solo superficialmente e a volte per luoghi comuni, anche perché spesso a livello mediatico la trattazione del tema viene fatta in maniera distorta o spettacolarizzata.
E questo è tanto più negativo se pensiamo che al centro dell’adozione ci sono bambini soli, bambini pesantemente maltrattati, bambini abusati, bambini che non sono più tali… o forse che non lo sono mai stati… ci sono bambini che aspettano di diventare figli e di recuperare quell’infanzia che è stata loro rubata.
Affronterò in primo luogo un breve excursus storico-giuridico, a partire dal principato adottivo del diritto romano per arrivare all’istituto dell’adozione così come oggi lo conosciamo.
Successivamente intendo proporre un approfondimento sul tema dell’attaccamento, con particolare riferimento al legame genitori-figli in caso di adozione.
In seguito esaminerò alcune tematiche relative a scuola e adozione.
Tratterò infine il tema dell’infanzia abbandonata nella letteratura inglese, con riferimento a Charles Dickens ed in particolare a Oliver Twist.

La condizione dell'infanzia nel mondo: tema svolto

TESINA MATURITA' SULL'ADOZIONE

Nella storia di Roma la successione dei poteri fra un imperatore e l’altro era stato sempre un momento di crisi, in cui spesso molti uomini di potere si contrapponevano per la successione all’impero, spesso anche con guerre civili. Questa situazione ebbe termine con la salita al potere di Marco Nerva, che per primo applicò il principato adottivo, cioè la scelta del proprio successore fra i capaci e i meritevoli, senza vincoli familiari di alcun tipo.
1.1 MARCO NERVA.
Marco Nerva (30 - 98 d.C., imperatore romano dal 96 al 98 d.C.) nacque da una famiglia di rango senatorio, fu console due volte: nel 71 con l'imperatore Vespasiano e nel 90 con Domiziano. Quando quest'ultimo venne assassinato nel 96, Nerva fu eletto imperatore dal senato, con l'appoggio del popolo e dell'esercito. Nel corso del suo regno dimostrò grande saggezza e moderazione; mise fine all'attività dei delatori che avevano prosperato con Domiziano e scelse i suoi consiglieri tra i senatori, permettendo al senato di svolgere le sue funzioni tradizionali.