Progetto stradale: tesina di topografia

Appunto inviato da gerardoschiavone
/5

Progetto stradale: tesina. Tutti i passaggi necessari per fare un progetto: tracciolino, sezioni, calcolo aree sezioni, profilo longitudinale, diagramma delle aree, diagramma delle aree depurato dai paleggi e diagramma di Bruckner (10 pagine formato doc)

PROGETTO STRADALE: TESINA DI TOPOGRAFIA

Progetto di un'opera stradale.
Elementi del progetto:
•    PAVIMENTAZIONE STRADALE E IMPIANTI AD ESSO CORRELATI
•    TRACCIOLINO
•    PLANIMETRIA GENERALE
•    PROFILO LONGITUDINALE
•    QUADERNO DELLE SEZIONI
•    SEZIONE TIPO
•    AREA DI OCCUPAZIONE
•    DIAGRAMMA DELLE MASSE
•    PROFILO DI BRÜCKNER
•    PROGETTO DEL MURO DI SOSTEGNO A GRAVITÁ
•    ROADS

Tesina di topografia

PROGETTO STRADALE: FASI

INTRODUZIONE
La strada è un manufatto al quale competono adeguate caratteristiche (percorso, dimensioni geometriche, pendenze .....), che in genere si sviluppa direttamente sul terreno , ma talvolta anche indirettamente tramite opere d'ingegneria (ponti, viadotti, gallerie ) e che deve essere idoneo a permettere la circolazione, in particolare dei veicoli con trazione a motore.

La progettazione di un'opera stradale nuova deve rispettare determinate norme che definiscono i criteri e le scelte progettuali degli aspetti funzionali e degli elementi geometrici.
I criteri di progettazione riguardano sia gli elementi geometrici dell'asse, sia le caratteristiche della piattaforma delle strade urbane ed extraurbane, affinché la circolazione degli utenti ammessi si svolga con sicurezza e regolarità. La progettazione stradale ha lo scopo di individuare il PERCORSO, le DIMENSIONI GEOMETRICHE, e il COSTO della futura opera.

Le strade: topografia

TESINA TOPOGRAFIA

La progettazione investe numerosi problemi:
•    tecnica e analisi del traffico: l’analisi del traffico non si occupa solo di stimare il traffico attuale, ma deve prevedere anche quello futuro. Per questo motivo si ricorre a censimenti periodici della circolazione che si svolge su strade già esistenti e analoghe a quelle in progetto.
•    scienza e tecnica delle costruzioni;
•    cartografia;
•    topografia;
•    fotogrammetria;
•    tecnologia dei materiali;
•    urbanistica.           
GLI ELEMENTI DEL MANUFATTO STRADALE
Il manufatto stradale è costituito essenzialmente da due parti fondamentali:
•    il corpo stradale - che è rappresentato da tutte quelle opere in terra o in cls (muri di sostegno, viadotti) necessario a sostenere in modo stabile la sovrastruttura;
•    la sovrastruttura ha la funzione di far permettere lo svolgimento del traffico e quella di trasmettere il carico veicolare al corpo stradale.
La sovrastruttura comprende la fondazione stradale e la pavimentazione; la fondazione può essere realizzata con svariate tecniche e ricorrendo a diversi materiali. Le più impiegate sono quelle flessibili, in cui possiamo sempre riconoscere le seguenti parti contenute in uno scavo detto cassonetto:
•     Strato inferiore, dello spessore complessivo di 10 - 15 cm, in   genere realizzato con teli di geotessile "non tessuto" che funzionano come strato filtrante e di separazione fra la fondazione e il sottofondo delle sovrastrutture stradali. Lo strato inferiore è poi completato da uno strato di sabbia la cui funzione principale è quella di impedire la risalita per   capillarità dell'umidità.