progetto stradale

Appunto inviato da sil3011
/5

Relazioen tecnica di un progetto stradale: scelta del tracciato ottimale; altimetria; calcolo dei volumi; Zone di occupazione. (6 pagine formato doc)

RELAZIONE TECNICA 1.
PREMESSA La strada progettata collega il punto A con il punto B attraversando un territorio senza collegamenti con esso. L'intervallo della velocità di progetto della strada è di 40-60 km/h, determinata da motivazioni che non riportiamo. Il raggio minimo della strada è di 110 m, come risulta dai calcoli appresso riportati. Per il corretto dimensionamento della sezione stradale si è analizzato il traffico che si prevede verrà interessato dal nuovo tracciato. Tale studio concerne la determinazione dei seguenti parametri: traffico giornaliero medio (T.g.m.), pari a 350 veicoli (prevalentemente traffico leggero) traffico della trentesima ora (T30h), che rappresenta il volume di traffico orario che nel corso dell'anno viene superato solo 29 volte e ricavato in base alla formula seguente: TXXXh = 0,15 · T.g.m. = 0,15 · 350 = 53 veicoli/ora che è il valore di traffico orario preso in considerazione per la verifica della sezione stradale.
Caratteristiche della strada Le caratteristiche trasversali della strada, come risulta dai calcoli appresso riportati, sono le seguenti: sede stradale: la strada è di tipo VI con due corsie di m 3.00 e due banchine laterali di m 1.00; pendenza trasversale: in rettilineo la pendenza è del 2%, mentre in curva varia a seconda del raggio: per R1 si ha una pendenza del 2.7% “ R2 “ “ 3.2% “ R3 “ “ 3.9% “ R4 “ “ 3.9% pendenza longitudinale: la strada è lunga m 2345, ha quattro livellette, la prima dalla progressiva 0.00 alla progressiva 767.5 con una pendenza dello 0.26%, la seconda dalla progressiva 767.5 alla progressiva 1485 con una pendenza dello 0.29%, la terza dalla progressiva 1485 alla progressiva 1900 con una pendenza dell' 1.75 %, la quarta dalla pro gressiva 1900 alla progressiva 2345 con una pendenza del 3.37%; vertici: la poligonale di base della strada è composta da quattro vertici: V1, V2, V3, V4. Gli elementi della curva di vertice V1 sono i seguenti: R1 = 1000 m, ? ? 19°.77, S = 345 m, T = 174.26 m; gli elementi della curva di vertice V2 sono: R2 = 700 m, ? = 29°.88, S = 365 m, T = 186.75 m; gli elementi della curva di vertice V3 sono: R3 = 450 m, ? ? ??????, p ? ??? m, ? ? ?????? m; gli elementi della curva di vertice V4 sono: R4 = 450 m, ? = 47°.75, S = 375 m, T = 199.16 m; 2. SCELTA DEL TRACCIATO OTTIMALE L'andamento planimetrico della strada è stato formulato sulla base di una planimetria in scala 1:2.000 e suddiviso in due fasi composte da: determinazione del tracciolino; determinazione della poligonale d'asse e della planimetria finale. Tracciolino Dovendo rispettare una pendenza massima del 10% e dato che la spaziatura delle curve di livello non è uniforme si procede con la realizzazione del tracciolino, una spezzata a pendenza costante che congiunge il punto di partenza A con il punto di arrivo B. Questa rappresenta il tracciato ideale che congiunge i due punti con una pendenza costantemente pari a quella massima prefissata, re