Tesina di topografia

Appunto inviato da savinuccio
/5

Ottima tesina di topografia sul progetto di un breve tronco stradale (14 pagine formato doc)

TESINA DI TOPOGRAFIA

Progetto di un breve tronco stradale.

Relazione tecnica.
INDICE
PREMESSA
CENNI STORICI
IL TERRENO
IL TRAFFICO DI PROGETTO
LA VELOCITA’ DI PROGETTO
LA CAPACITA’ DI PROGETTO
RELAZIONE TECNICA
CARATTERISTICHE DELLA ZONA E DATI DI PROGETTO
CARATTERISTICHE DELLA SEDE STRADALE
STUDIO DEL TRACCIATO
PROFILO LONGITUDINALE
SEZIONI TRASVERSALI
PROFILO DELLE AREE CON INDICAZIONE DEI PALEGGI
PROFILO DELLE AREE DEPURATO DAI PALEGGI E
PROFILO DI BRUCKNER

Tesina di topografia: progetto stradale

TESINA TOPOGRAFIA PROGETTO STRADALE

PREMESSA
Nella realizzazione del seguente tronco stradale si è cercato di tener conto dei numerosi fattori che influenzano l’esecuzione di una via di comunicazione. L’analisi di tali elementi permette ,infatti, di risolvere eventuali problematiche che si possono presentare in fase di progettazione e di posa in opera.
L’andamento plano-altimetrico di una strada dipende da numerosi fattori, tra i quali
•    la costituzione geologica del terreno;
•    il volume e la composizione dell’ipotetico futuro traffico;
•    le dimensioni e le velocità dei veicoli;
•    il grado di sicurezza che si desidera conferire alla circolazione.
Inoltre , nella costituzione di una via di comunicazione si devono considerare eventuali barriere naturali o artificiali, in modo tale che l’opera non deturpi l’ambiente circostante.

Le strade: topografia

LE STRADE TOPOGRAFIA

CENNI STORICI
L’origine della strada si perde nelle radici stesse della civiltà mediterranea ed è intimamente legata all’invenzione della ruota.

Sicuramente le prime vie di comunicazione furono fluviali o marittime; soltanto in un secondo tempo, quando si infittirono i rapporti tra popoli e aggregati diversi, vennero creati dei collegamenti terrestri.
Le prime reti viarie ,di notevoli dimensioni ,furono quelle romane, create per agevolare il controllo e la sorveglianza del vasto impero.
Le caratteristiche geometriche di tali strade erano, ovviamente, ben diverse dalle nostre attuali: vi predominavano i rettilinei e mancavano del tutto le curve di raccordo (i rettilinei si collegavano ad angolo, un po’ come nelle nostre vie urbane). Inoltre, le pendenze arrivavano fino al 20%, il che non rendeva certo agevole e rapido il traffico veicolare. A giustificazione di ciò va ricordato che uno degli elementi fisico-geometrici del traffico attuale, cioè la velocità, non aveva ,a quel tempo, nessuna importanza pratica.

Relazione tecnica: progetto stradale

PROGETTO STRADALE TOPOGRAFIA RELAZIONE

Dopo il crollo dell’impero romano, pian piano scomparvero anche le vie di comunicazione, abbandonate dall’uomo e sommerse dalla vegetazione. Poche cose, infatti ,così come le strade, segnano le varie epoche socio-economiche: per esempio, l’alto medioevo, che vede le comunità piccole e frazionate, rinchiuse attorno al castello, non ha bisogno di vie di comunicazione.
Con  il sorgere delle Signorie e dei liberi comuni, però, si rende nuovamente necessario lo scambio delle notizie e dei prodotti.
Da questo periodo vi sarà una continua e progressiva evoluzione, fino ad arrivare alla ripresa economica  dopo la Prima Guerra Mondiale. Il sopravvento della ruota gommata determinerà ,infatti, una vera e propria rivoluzione nei trasporti.
La strada assumerà, allora, accanto all’originaria funzione di collegamento, l’altra del tutto moderna ed attuale di convogliamento. Il volume di traffico sarà una delle nuove grandezze che il progettista dovrà considerare per evitare che in certi momenti (le ore di punta) vi siano strade intasate e traffico fermo.