Mass media: tesina per liceo

Appunto inviato da gabrytune
/5

Tesina multidisciplinare sui mass media che collega i seguenti argomenti: 1984 di Orwell, uso dei mezzi di comunicazione di massa nella propaganda e nella persuasione politica dei totalitarismi del XX secolo e studio psico-pedagogico e sociologico dei mezzi di comunicazione di massa (37 pagine formato doc)

MASS MEDIA: TESINA PER LICEO

Introduzione
1984 di Orwell.

Presentazione dell’autore, presentazione del libro, Trama: osservazioni sull'opera. inglese:the novel an anti-utopian novel, the author   
storia: i totalitarismi del xx secolo: propaganda e persuasione delle masse, il regime fascista, il regime nazista, il regime stalinista. metodologia: teorie e studi sugli effetti dei media, introduzione: lo sviluppo dei media e della società dell’informazione, studi sui media, interrogativi etici sui media.
pedagogia:   
educazione e mass media. sociologia: il significato delle comunicazioni di massa. conclusione.

Tesina maturità sui mass media

RUOLO DEI MASS MEDIA NELLA SOCIETA' ODIERNA

INTRODUZIONE
Come si evince dal titolo della mia trattazione, ho deciso di condurre una riflessione sul ruolo dei mass media nel condizionamento delle masse prendendo spunto dal confronto con l’Orwelliano “1984”, che mi è sembrato avere non pochi punti in comune col suddetto argomento.
I motivi che mi hanno portato a scegliere questa e non altre materie sono presto detti. Prima di tutto sono sempre stata interessata ai modi in cui la mente umana può essere manipolata e condizionata, e quindi alla maniera in cui molto spesso senza accorgercene non siamo veri padroni delle nostre scelte ma semplici esecutori. Non nego che la mia attenzione a questo tipo di circostanze possa derivare da un mio personalissimo pessimismo riguardo al mondo e alla società, ma molte volte nella mia vita mi sono trovata a chiedermi qual era davvero la mia opinione ed ho notato che è molto più difficile di quanto si pensi non lasciarsi influenzare da fattori esterni; che essi siano amici, parenti, insegnanti o figure autorevoli, o che si tratti dei mass media e degli impliciti messaggi che riceviamo dalla società, senza ombra di dubbio possono condizionarci in bene o in male. A noi spetta la capacità critica, la voglia di conservare la nostra libertà nelle idee e nelle scelte.

L'influenza dei mass media sulla società: tesina maturità

L'INFLUENZA DEI MASS MEDIA SULLA SOCIETA'

Ma è qui che giungo al nodo centrale della mia analisi: vogliamo davvero essere liberi? O è forse vero, come in fondo teorizzava Orwell, che abbiamo un terrore inconscio per la nostra autonomia di giudizio e di espressione e che è proprio su questo terreno fertile che il seme dell’irrazionalismo sociale e, nella sua forma peggiore, dei totalitarismi riesce a germogliare? Ovviamente dunque la mia tesina non verterà solamente sul confronto del Grande fratello con gli odierni mass media, ma analizzerà in modo più o meno approfondito i totalitarismi della storia e il modo in cui essi sono riusciti ad imporsi asservendo le menti dei popoli che hanno assoggettato, senza tralasciare gli ovvi riferimenti alla psicologia, alla sociologia e alla pedagogia riguardo a queste tematiche.

Tesina maturità sui mass media e la società

TESINA MASS MEDIA COLLEGAMENTO INGLESE

PRESENTAZIONE DELL’AUTORE
George Orwell (1903-1950), il cui vero nome era Eric Arthur Blair, nacque a Motihari, nel Bengala, dove il padre era impiegato nell'Indian Civil Service. Lì trascorse la sua infanzia fino al 1907, anno in cui si trasferì con la famiglia in Inghilterra.
Fin da bambino pensò di diventare scrittore e, in seguito, collegò questa sua iniziale aspirazione al senso di isolamento ed all'impressione di essere sottovalutato che lo accompagnarono fino all'adolescenza. Particolarmente dolorosa fu per lui la permanenza presso il collegio di St.Cyprian a cui fu iscritto nel 1911. Conclusi gli studi nella prestigiosa Public School di Eton, alla quale era stato ammesso con una borsa di studio, rinunciò agli studi universitari per arruolarsi nella Indian Imperial Police in Birmania e nel 1929, dopo circa cinque anni di servizio si congedò e ritornò in Europa per iniziare la sua carriera di scrittore.