Lo scontro tra Tersite e Ulisse: traduzione

Appunto inviato da davideyo
/5

traduzione del brano dell'Iliade "Lo scontro tra Tersite e Ulisse" parafrasato (1 pagine formato )

Lo scontro tra Tersite e Ulisse: traduzione - Tutti gli altri si sedettero e stettero ai loro posti, ma ancora strepitava solamente Tersite, il parlatore petulante, che nella sua mente nutriva molti sciagurati discorsi per litigare con i re senza motivo, fuor di proposito, ogni volta che riteneva che un certo argomento potesse divertire i Greci; era il più spregevole tra tutti quelli venuto all’assedio di Troia.
Aveva le gambe storte, era zoppo da un piede, aveva le spalle ricurve e cadenti sul petto; sopra le spalle aveva una testa a forma di pera sulla quale crescevano radi i capelli.

Leggi anche
Studio completo Iliade

Era, più d’ogni altro, il più odiato da Achille e ad Odisseo, perché spesso li oltraggiava; quel giorno al divino Agamennone, gracchiando con voce acuta, diceva improperi: gli Achei contro Agamennone sentivano rabbia e sdegno in cuor loro.

Leggi anche
Eneide, Odissea, Iliade: parafrasi

Dunque, strillando a gran voce, insultava Agamennone: “Atride, di cosa ti lamenti ancora, cosa stai cercando? Sei molto ricco e hai molte donne che noi Achei a te per primo doniamo quando espugniamo una rocca.
Hai bisogno di ancora più oro, che chieda il riscatto di qualche soldato catturato, oppure di una giovane donna da tenertela tu in privato?