Robinson Crusoe Capitolo 2

Appunto inviato da djdarkprince87
/5

Traduzione del secondo capitolo di Robinson Crusoe (2 pagine formato doc)

Noi fummo visti dopo un po', finalmente, da un'altra nave che immediatamente spedì una barca per liberarci.
La barca si avvicinò con grande difficoltà e noi tutti riuscimmo a salirci sopra . Grazie al coraggio dell'equipaggio noi arrivammo presto alla spiaggia dove noi fummo consolati da molte persone che ci diedero cibo e la sistemazione. Il padre del mio amico, il capitano della nave detto: “il giovane, Lei non dovrebbe andare a mare mi più. Forse questo viaggio era un avvertimento per Lei. È ora Lei ritorni da suo padre o Lei troverà solamente disastro. ” Si sa bene che gli uomini sono gli strumenti della loro propria distruzione spesso.
Anche dopo questa avventura io non ritornai a casa. “Se io ora vado a casa, i miei amici rideranno di me,” io pensai. Quindi io seguii asse un vaso che va a Ghinea, Africa. Io avevo soldi ed io volli vivere la vita di un gentiluomo. Io volli essere un passeggero, non un marinaio. Il capitano era un uomo molto gentile che mi piacque e mi diede alcuni consigli molto buoni. “Porti giocattoli e molti oggetti con Lei.gli indigeni dissero.