Traduzione di "Beowulf"

Appunto inviato da ferro2d
/5

Traduzione capitolo per capitolo del libro della Blackcat. Compreso il background la storia (20 pagine formato doc)

Beowulf Beowulf Il background di Beowulf La letteratura inglese inizia dopo l'arrivo degli invasori anglosassoni nel V e VI secolo d.c.
Questi popoli germanici erano noti come Angli, Sassoni e Juti. Le tribù anglo-sassoni avevano differenti origini geografiche, ma tutti loro parlavano dialetti germanici. Stabilirono dei regni Angli nell'est, nel nord e nel centro della Britannia, dei regni Sassoni nel sud e nel sud-ovest ed un regno degli Juti nel sud-est. L'arrivo degli anglo-sassoni significò che gli abitanti Celti della Britannia, che si erano adattati alla vita ed alle condizioni come parte dell'impero Romano, furono costretti a muoversi verso ovest e verso il nord del paese dopo la ritirata dei romani nel 410 dc. Queste persone conservarono la loro lingua e la loro cultura nel Galles ed in altre aree della Britannia e non diedero nessun contributo significativo alla letteratura britannica durante il periodo anglo-sassone.
I colonizzatori anglo-sassoni erano un popolo guerriero pagano che stabilì la sua supremazia in Britannia per un periodo di secoli. Nel 597 d.c. papa Gregorio mandò Agostino, il primo arcivescovo di Canterbury, in Britannia con la missione di ricristianizzare il paese. Nel giro di un centinaio d'anni, gli anglo-sassoni avevano accettato la cristianità, e la Britannia mandava essa stessa missionari in Europa per convertire i pagani europei. Questo non significava, comunque, che gli le abitudini pagane di pensiero e percezione fossero sparite interamente dalla cultura di questo periodo. Negli ultimi anni dell'ottavo secolo la pace e l'ordine delle chiese anglo-sassoni furono distrutte da periodici attacchi violenti dei vichinghi. Alfredo il Grande (849-99) fu l'unico re inglese a resistere all'invasione danese di quel tempo. In più fu un patrono attivo della cultura inglese. Oltre ad invitare studiosi stranieri alla sua corte supportò la traduzione di importanti lavori latini in inglese. Anche le “Cronache Anglo-Sassoni”, il primo importante lavoro di prosa in inglese, iniziarono sotto il suo regno. I quattro manoscritti più importanti del Vecchio Inglese vengono da quel periodo: il Manoscritto di Junio, il libro di Vercelli, il libro di Exeter e Beowulf. C'è consenso tra i critici che queste collezioni furono salvate dai monasteri, ma ci sono dibattiti su chi possa essere stato l'autore originale, e sulla loro data di composizione. I lavori sembrano datare da ben prima del X secolo. C'e anche un dibattito su quanto i lavori erano stati cambiati o corretti per riflettere la cultura e le credenze cristiane. La vecchia poesia inglese usa un linguaggio molto formale e la sua struttura si base pesantemente sull'allitterazione. La poesia fa anche riferimento al compito del poeta, lo scop, il quale fu di improvvisare il lavoro da rappresentare in speciali occasioni. Originalmente la poesia fu orale, ed i poemi venivano tramandati di generazione in generazione mediante la parola. Fu solo più tardi che venne scritta. La