The Canterbury Tales: traduzione

Appunto inviato da ferro2d Voto 5

Traduzione del libro "The Canterbury Tales", capitolo per capitolo, di Geoffrey Chaucer (22 pagine formato doc)

THE CANTEBURY TALES: TRADUZIONE

I racconti di Canterbury.
La vita di Geoffrey Chaucer
Geoffrey Chaucer è spesso chiamato “il padre della poesia inglese”, il primo grande scrittore inglese. Naque a Londra nel 1340 circa, figlio di John Chaucer, un importante mercante di vino. Per gran parte della sua vita, Geoffrey fu in contatto con la corte reale di Londra in vari modi, e spesso in documenti ufficiali comparve il suo nome.

Quando era quasi sedicenne, divenne paggio presso la corte di una delle nuore del re. Nel 1395, prese servizio come soldato per la guerra in Francia. Fu fatto prigioniero, ma venne liberato grazie a un riscatto, pagato in parte da se stesso e in parte dal re. Durante gli anni 60 del XIV secolo lavorò nella corte del re e fu in contatto con la sofisticata società della corte. Forse fu responsabile del divertimento dei lord e delle lady con storie. Sposò Filippa, una compagna della regina, ed ebbe come minimo due figli. Uno, Thomas Chaucer, divenne uno degli uomini più ricchi di Inghilterra. Geoffrey venne a essere strettamente in contatto con la potente famiglia del Duca di Lancaster e scrisse un famoso poema sulla morte della Duchessa.

Geoffrey Chaucer: riassunto in inglese

THE WIFE OF BATH CANTEBURY TALES: TRADUZIONE

Chaucer descrive se stesso nei suoi lavori come un uomo grasso con una modesta e semplice personalità. Sembra che fosse profondamente interessato alla religione, ma anche all’umorismo semplice. Uno dei suoi personaggi preferiti è la moglie di Bath, una donna che è stata sposata per cinque volte, e ha avuto molti amanti! Molti dei suoi lavori riguardano amore e matrimoni, specialmente sulle qualità degli uomini e delle donne. Alla fine delle Storie di Canterbury, si scusa per aver scritto contro la religione istituzionale alcune storie.

Uno degli eventi più importanti della sua vita fu la sua visita in Italia nel 1372. Rimase lì per undici mesi, visitando Genova, Pisa e Firenze. Conosceva già la letteratura francese molto bene ma poi venne in contatto coi lavori di Dante, Boccaccio e Petrarca. Questa influenza italiana fu molto forte nel suo lavoro successivo. La trama dei Racconti di Canterburydove ogni pellegrino racconta una storia agli altri – è quasi certamente basata sul Decameron di Boccaccio.

The Cantebury Tales: trama e personaggi

THE PARDONER'S TALE: TRADUZIONE

Comprese anche l’importanza di creare letteratura in vernacolare, nel linguaggio della gente. Dante aveva stabilito l’italiano come un linguaggio letterario; Chaucer voleva fare lo stesso con l’inglese.

Coprì vari ruoli importanti a corte negli 70 e 80 del 1300. Sappiamo che andò in missione segreta nelle Fiandre e visitò ancora l’Italia. Aveva già completato alcuni importanti lavori di letteratura e probabilmente iniziò I Racconti di Canterbury quando aveva quasi quarant’anni. Non completò mai I Racconti. Fu un progetto enorme che avrebbe incluso centoventi storie se fosse stato finito.

Dopo il 1386, incominciò ad essere a corto di soldi, ma fu in grado di occupare una casa nel giardino di Westminster dal 1399. Morì il 25 ottobre 1400 all’età di quasi sessant’anni e fu seppellito nell’abbazia di Westminster. Questo fatto mostra che era popolare tra il re e la corte. Nei secoli successivi alla sua morte, altri scrittori famosi sono stati seppelliti nella stessa area dell’abbazia. Questa parte è diventata nota come l’angolo dei poeti e può essere visitata nell’abbazia di Westminster quando si va a Londra.

The Canterbury Tales: riassunto e prologo in italiano

IL MONDO DI CHAUCER

Il mondo di Chaucer. Chaucer visse in tempi pericolosi. Ci furono tre re durante la sua vita: Edoardo III, che divenne meno popolare invecchiando, Riccardo II, che fu ucciso ed Enrico IV. Ci fu una lunga guerra continua contro la Francia e disaccordi tra il re inglese ed il Papa.

Fu anche il tempo della “Morte Nera” o peste. Questa terribile malattia fu portata in Inghilterra nel 1348 dalle navi che venivano dal continente che portavano l’infezione. Si sparse rapidamente, portata dai ratti neri. Forse morì un terzo della popolazione inglese. Interi villaggi furono distrutti. Sia i ricchi che i poveri soffrivano – tre arcivescovi di Canterbury morirono di peste. “Dio è sordo” scrisse un poeta inglese.

La religione, comunque continuò ad essere una forza potente. Molte persone credevano che la peste fosse una punizione divina per gli esseri umani. Credevano nell’inferno ed avevano paura che, se non avessero seguito la religione, sarebbero bruciati nelle fiamme eterne. Nella stessa chiesa c’erano uomini cattivi. Chaucer descrive il Confessore ed l’Inquisitore (Pardoner and Summoner) che usano i loro incarichi ecclesiastici per diventare ricchi.

The Canterbury Tales: riassunto

WHEN IN APRIL GEOFFREY CHAUCER: TRADUZIONE

PRIMA PARTE
Prologo
In Aprile, quando la dolce pioggerella  cade e nutre le radici della terra, i fiori cominciano a sbocciare. Un leggero venticello soffia dall’ovest ed il giovane sole sorge nel cielo. Gli uccellini cantano nella foresta verde. Quindi le persone vuole andare in pellegrinaggio. Da ogni parte dell’Inghilterra, vanno a Canterbury per visitare la tomba di Thomas Becket, il martire, che aiutò i malati.
Il mio nome è Geoffrey Chaucer. La gente dice che io sono un poeta, ma in realtà non sono molto importante. Sono appena un cantastorie. Un giorno in primavera, ero a Londra alla locanda Tabard. Di notte, una grande folla arrivò alla locanda, pronta per andare in pellegrinaggio a Canterbury. Mi feci subito degli amici, e promisi di unirmi a loro.