I viaggi di Gulliver

Appunto inviato da nitroscuola
/5

traduzione completa del romanzo di Jonhatan Swift (118 pagine formato doc)

I viaggi di Gulliver.

Parte prima, Viaggio a Lilliput, L'autore fornisce alcune notizie di sè e della sua famiglia. Prime necessità che lo spingono a viaggiare. Fa naufrago e nuova per salvarsi. Aprpoda sano e salvo nel paese di Lilliput, viene catturato e portato all'interno. Mio padre aveva una piccola tenuta nel Nottinghamshire ed io ero il terzo di cinque figli. All'età di quattordici anni mi mandò allo Emanuel College di Cambridge dove trascorsi tre anni dedicandomi.

Leggi anche I viaggi di Gulliver: riassunto

agli studi senza distrazione, ma poiché il peso del mio mantenimento, malgrado l'esiguità dei soldi che mi mandava, si faceva troppo oneroso per i suoi scarsi proventi, mi mise come apprendista da James Bates, rinomato chirurgo di Londra, col quale restai quattro anni. Le piccole somme che mio padre m'inviava di tanto in tanto le impiegai per imparare l'arte della navigazione ed altri rami della matematica, utili per coloro che intendono navigare, poiché ritenevo che proprio questa sarebbe stata, prima o poi, la mia sorte.


Leggi anche I viaggi di Gulliver: trama

Lasciato il signor Bates, tornai da mio padre e qui, col suo aiuto, quello dello zio Giovanni e di altri parenti, raggranellai quaranta sterline e l'impegno di altre trenta all'anno per mantenermi a Leida. Per due anni e sette mesi vi studiai medicina, sapendone l'utilità nei lunghi viaggi. Subito dopo essere tornato da Leida, il mio buon maestro Bates mi ottenne il posto di chirurgo sulla Rondine, comandata dal capitano Abramo Pannell, con il quale restai tre anni e mezzo facendo uno o due viaggi nel levante e in altri paesi.