"Prometeo e Zeus" di Luciano

Appunto inviato da mitty89
/5

Traduzione di greco. (1 pagine formato doc)

Prometeo e Zeus Prometeo e Zeus Prometeo: Libera(mi), o Zeus terribili pene ho subito finora.
Zeus: Che io liberi te, tu dici? Bisognava piuttosto che tu, con ceppi più gravi e il Caucaso incombente sul capo non solo fossi roso al fegato da sedici avvoltoi ma anche che ti fossero cavati gli occhi, in ricompensa del fatto che ci hai plasmato qui begl'esseri, gli uomini, e rubato il fuoco, e creato le donne. E del mondo in cui mi hai ingannato nella divisione delle carni, presentandomi ossa avvolte nel grasso e serbando il meglio delle porzioni per te, che bisogna dire? Prometeo: Non ho forse scontato una pena sufficiente, inchiodato per tutto questo tempo al Caucaso e pascendo con il mio fegato quell'aquila, che possa morire della morte peggiore per quegli uccelli? Zeus: Nemmeno una parte minima (è) questa, di ciò che devi patire. Prometeo: Ma certo non mi libererai gratis, anzi io ti voglio rivelare qualcosa, o Zeus, di molto importante.
Zeus: Mi cerchi di ingannare. Prometeo: E che cosa ne guadagnerò? Non dimenticherai dove sta il Caucaso, né mancherai di catene, se ti sorprendessi a macchinare qualcosa. Zeus: Dì per prima cosa quale compenso mi pagherai, che sia per me importante. Prometeo: Se ti dicessi dove stai andando ora, sarò credibile per te anche quando profeterò sul resto? Zeus: Come no? Prometeo: Da Teti, per congiungerti a lei. Zeus: Questa cosa qui l'hai saputa, e che cosa dopo? Hai l'aria di dire qualcosa di serio Prometeo: Non unirti in nessun modo, o Zeus, con la Nereide se infatti lei restasse incinte di te, il nato farà a te lo stesso che tu hai fatto… Zeus: Questo dici, che io sarò scacciato dal potere? Prometeo: Possa non accadere! Ma l'unione con lei minaccia una cosa del genere. Zeus: Addio, quanto a te, che Efesto per questo ti liberi subito! Luciano