Deucalione e Pirra

Appunto inviato da enrico1789
/5

Testo in lingua greca e relativa traduzione a fronte. Versione tratta da "Pseudo-Apollodoro", Biblioteca 1, 46.3- 48.9 (2 pagine formato doc)

Deucalione e Pirra - Pseudo-Apollodoro Deucalione e Pirra - Pseudo-Apollodoro    Ecco il mito del diluvio universale e della creazione (o meglio ri-creazione) dell'uomo in versione greca.
    Pseudo-Apollodoro, Biblioteca 1, 46.3-48.9   Deucalione e Pirra - Pseudo-Apollodoro  Deucalione fu figlio di Promèteo. Questi, che regnava sulle regioni intorno a Ftia, sposò1 Pirra, figlia di Epimèteo e Pandora, la prima donna che gli dei generarono. Quando Zeus volle far scomparire la stirpe dell'età del bronzo2, su suggerimento di Promèteo3, Deucalione, costruita una barca e messo in essa il necessario per vivere, vi si imbarcò con Pirra. Zeus allora, riversata dal cielo abbondante pioggia, sommerse la maggior parte della Grecia, così che morirono tutti gli uomini, tranne pochi che insieme si rifugiarono sugli alti monti vicini.
Allora i monti della Tessaglia si aprirono separandosi e le regioni al di fuori dell'Istmo e del Peloponneso si mescolarono insieme tutte quante. Deucalione, andando per mare4 sulla barca per nove giorni ed altrettante notti, approdò5 al Parnaso e lì, quando le piogge ebbero tregua, dopo essere sbarcato, fece un sacrificio6 a Zeus protettore dei fuggiaschi. Zeus, a questo punto, avendo mandato Ermes da lui, (gli) concesse di chiedere ciò che voleva; ed egli chiese7 di (poter) avere degli (altri) uomini. E quando Zeus (glielo) disse, lanciò8 delle pietre sollevandole sopra la testa, e quelle che Deucalione lanciò diventarono uomini, mentre quelle che lanciò Pirra (diventarono) donne.   Soluzione dell'esercizio