Epitafio, 23 - 25

Appunto inviato da
/5

Testo originale in lingua greca e versione tradotta dai nostri tutors dell'opera "Epitafio" dai versi 23 - 25 dell'autore greco Lisia (1 pagine formato doc)

Untitled VIRTU' DEGLI ANTENATI I nostri antenati, senza considerare i rischi in guerra, ma fortemente consci che una gloriosa morte lasci sempre un ricordo immortale delle gesta eroiche, non furono presi dal panico di fronte alla massa nemica, ma contarono soprattutto nel proprio coraggio.
E provando vergogna per i barbari che si trovavano sul loro suolo, non aspettarono che gli alleati ne fossero a conoscenza, e si recassero in aiuto: ritennero di dover essere non loro rico­noscenti della liberazione ad altri, ma tutti gli altri Greci a loro. Unanimi tutti, per queste idee, si schieravano contro il nemico, pochi contro molti. Dimostra­tisi valorosi eroi, e non risparmiando i loro corpi, non amando la vita più del valore, e venerando le leggi della loro patria più che avendo paura del pericolo contro i nemici, levarono in alto un trofeo per la Grecia.