Gli abitanti di crotone affidano a Zeusi le pitture del tempio di Giunone

Appunto inviato da articolo31bobo
/5

Traduzione in italiano del passo di Cicerone (1 pagine formato doc)

I cittadini di Crotone, visto che sovrabbondavano di ogni bene e in Italia venivano annoverati tra i primi e considerati gioiosi, vollero arricchire con splendide pitture un tempio di Giunone che veneravano con grande devozione.
cosi fecero venire dietro lauto compenso Zeusi da Eraclea, che in quel tempo si riteneva superasse di gran lunga gli altri pittori. Egli dipinse tanti altri quadri, di cui una buona parte è rimasta fino ai giorni nostri a causa della santità del tempio, e affinché un’immagine muta riproducesse in sé l’aspetto di una bellissima fanciulla, disse che voleva dipingere il ritratto di Elena; gli abitanti di Crotone ascoltarono ciò di buon gusto, poiché spesso avevano sentito dire che Zeusi nel dipingere un corpo femminile superava moltissimo gli altri. Pensarono infatti che, se si fosse dedicato in particolar modo a quel genere in cui era più bravo, avrebbe lasciato a loro in quel tempio un’opera stupenda.
Né allora quella opinione li ingannò. Zeusi infatti chiese subito loro quali fanciulle belle avessero.