Camillo salva Roma

Appunto inviato da joeappiah
/5

Versione di latino tratta da Orosio (1 pagine formato pdf)

I Galli Senoni, che assediavano la città di Chiusi con molte e vigorose forze, videro gli ambasciatori dei Romani che allora erano venuti come arbitri della pace, che combattevano tra gli abitanti di Chiusi.
I Galli, adirati, abbandonano l'assedio e, con marce forzate, si dirigono verso Roma con tutte le forze. Il console Fabio li accolse con le truppe e tuttavia non si oppose, anzi l'esercito ostile dei Galli abbatté e distrusse i Romani come un campo arido.

LA GRAMMATICA LATINA (Clicca qui >>)

Il fiume Allia conserva con la memoria la sconfitta di Fabio, così come il Cremera ricorda quella dei Fabiani. I Senoni penetrano a Roma, già senza difensori, entrano nella curia e trucidano i senatori, che sedevano nei loro sedili e difendevano l'onore romano; in seguito chiudono con l'assedio tutta la rimanente gioventù, che si nascondeva sull'acropoli del monte Campidoglio e lì distruggono e buttano giù i miseri resti per la fame, la peste, la disperazione e il terrore..