Cesare attraversa il Reno con l'esercito

Appunto inviato da laozi
/5

Versione di Latino - Esercizio 1 pag. 330 - Nova Lexis 1 (1 pagine formato doc)

Cesare, conclusa la guerra belgica, stabilì di attraversare il Reno per incutere timore nei Germani, i quali avevano combattuto (portato) la guerra con i Galli contro i (ai) Romani.
Ma non reputò sicuro far attraversare il fiume all’esercito. Anche se la costruzione di un ponte poneva un’enorme difficoltà a causa della lunghezza, della rapidità e della profondità del fiume, il comandante romano stabilì di costruire l’enorme opera e la terminò in dieci giorni. Trasportato quindi l’esercito, lasciato un presidio fisso presso entrambe le sponde del ponte, entrò nei territori dei Sugambri i quali erano i più pericolosi fra tutti i Germani per i Romani. Allora vennero da lui da molte città degli ambasciatori e a questi che chiedevano pace e amicizia, Cesare rispose liberalmente.
Ma i Sugambri, preparata la fuga, avevano lasciato i propri territori e avevano portato via i loro averi.