CESARE, TRATTATIVE TRA CESARE E ARIOVISTO

Appunto inviato da morty16
/5

Traduzione libera della versione. Manca il testo in latino, l'autore e la fonte. (1 pagine formato doc)

CESARE, TRATTATIVE TRA CESARE E ARIOVISTO CESARE, TRATTATIVE TRA CESARE E ARIOVISTO ARIOVISTO INFORMATO DELL'ARRIVO DI CESARE, MANDA DEGLI AMBASCIATORI PER COMUNICARE IL PROPRIO CONSENSO A TENERE ORA QUEL COLLOQUIO AL QUALE ERA STATO PRECEDENTEMENTE INVIATO: SI SENTIVA ADESSO PIU' SICURO, DAL MOMENTO CHE CESARE SI ERA AVVICINATO.
CESARE NON RIFIUTA LA PROPOSTA, PENSANDO CHE FOSSE RINSAVITO, POICHE' SPONTANEAMENTE RICHIEDEVA QUANTO PRIMA AVEVA RIFIUTATO, MENTRE RINASCEVA IN LUI LA SPERANZA CHE ARIOVISTO, IN CONSIDERAZIONE DEI TANTI BENEFICI OTTENUTI DA LUI E DAL POPOLO ROMANO, VENUTO A CONOSCENZA DELLE SUE RICHIESTE, AVREBBE ABBANDONATO LA SUA OSTINAZIONE. IL COLLOQUIO FU FISSATO DA Lì A CINQUE GIORNI.
IN QUESTO LASSO DI TEMPO, IN UN FREQUENTE SCAMBIO DI AMBASCERIA DA AMBEDUE LA PARTI, ARIOVISTO CHIESE CHE CESARE NON SI RECASSE AL COLLOQUIO SCORTATO DALLA FANTERIA, PERCHE' TEMEVA CHE GLI VENISSE TESA UNA TRAPPOLA: AMBEDUE VI SI SAREBBERO RECATI ACCOMPAGNATI DALLA SOLA CAVALLERIA GALLICA. STABILI' QUINDI CHE LA COSA PIU' CONVENIENTE SAREBBE STATA QUELLA DI SOSTITUIRE I CAVELIERI GALLICI CON I LEGIONARI DELLA X(DECIMA) LEGIONE, CHE AVEVANO TUTTA LA SUA FIDUCIA, FACENDOLI MONTARE A CAVALLO. MENTRE SI SVOLGEVA L'OPERAZIONE, UN SOLDATO DELLA X LEGIONE, SE NE USCI' CON UNA BATTUTA DI SPIRITO, DICENDO CHE CESARE STAVA FACENDO PER LORO MOLTO DI PIU' DI QUANTO AVEVA PROMESSO: AVEVA DETTO CHE LI AVREBBE PRESI COME SUA COORTE PRETORIA ED ORS LI PASSAVA ADDIRITTURA NELLA CLASSE DEI CAVALIERI.