Eutropio, I primi re di Roma, versione

Appunto inviato da emy88
/5

Versione di "I primi re di Roma" di Eutropio (file.doc, 1 pag) (0 pagine formato doc)

I PRIMI RE DI ROMA I PRIMI RE DI ROMA Romulus, dei Martis filius, orbem Romam condidit, postea finitimarum gentium multitudinem in civitatem recepit et ad solemnium ludorum spectaculum omnes vicinas Urbi nationes invitavit.
Romani iuvenes multas finitimorum puellas audaci vi rapuerunt. Sabinarum virginum impudens raptio acrium bellorum fuit causa. Romulus autem Fidenatium, Veientium, Sabinorum, Antenatium, Caeninensium hostiles copias vicit. Numa Pompilius nullum bellum gessit, Quiritium leges, religionem moresque constituit et annum in decem menses descripsit; sacras diis deabusque aedes aedificavit. Tullus Hostilius gravia bella reparavit, Albanos, Veientes Fidenatasque immanibus proelis superavit, urbem Caelio monte amplificavit, militum disciplinam ordinavit.
DA EUTROPIO TRADUZIONE Romolo, figlio del dio Marte fondò la città di Roma, dopo riprese nella città la folla di genti vicine e invitò tutte le nazione vicine a Roma ad uno spettacolo di giochi solenni. I giovani romani,rapirono con grande forza molte fanciulle tra i vicini. Il rapimento sfacciato delle fanciulle Sabine fu causa di grandi guerre. D'altra parte, Romolo vinse le truppe nemiche dei Fidenti, dei Veienti, dei Sabini, degli Antenati e dei Ceninenzi. Numa Pompilio non portò nessuna guerra, istituì le leggi dei Quiriti la religione e le usanze, e divise l'anno in dieci mesi, edificò sacri altari agli dei e alle dee. Tullio Ostilio rinnovò le grandi guerre,vinse con grandi battaglie gli Albani, i Veienti e i Fidenti, ingrandì la città con il monte Celio, ordinò la disciplina dei militari.