La guerra Giugurtina di Eutropio

Appunto inviato da genni2
/5

Dal libro "Versioni latine per il Biennio". Traduzione della versione "La guerra Giugurtina" di Eutropio (1 pagine formato doc)

LA GUERRA GIUGURTINA LA GUERRA GIUGURTINA Al tempo dei consoli Scipione Nasica e Calpurnio Bestia, fu indetta guerra a Giugurta, re dei Numidi, poiché aveva ucciso Aderbale e Iepsale, figli di Micipsa, loro fratelli, re e amici del popolo romano.
Mandato contro di lui il console Calpurnio Bestia, corrotto dalle ricchezze del re, fece allora con lui una pace vergognosa. Dopo fu mandato il console Cecilio Metello. Lo stesso esercito, corrotto a priori dal comandante,corretto con molta severità e moderazione, ritornò alla disciplina romana. Sconfisse Giugurta in varie battaglie, uccise e catturò i suoi elefanti, prese in potere molte città dello stesso. E proprio quando si stava per dare fine alla guerra, lui fu successo da Caio Mario.
Egli sconfisse nello stesso tempo Giugurta e Bocco, re della Mauritania, alleato di Giugurta. Egli stesso sia conquistò molte città della Numudia, sia pose termine alla guerra, catturato Giugurta grazie al suo questore Cornelio Sulla, uomo potente, che aveva persuaso Bocco a consegnare Giugurta ai Romani. Allora furono riportati due trionfi su Giugurta, il primo da Metello, il secondo da Mario. Giugurta fu condotto incatenato dietro il carro di Mario e poi, per ordine del console, fu strangolato in carcere. da Eutropio