Orgetorige intermediario tra Sequani ed Elvezi

Appunto inviato da hypnotizer
/5

Traduzione del testo n. 314 a pag.363 di "Nova officina" con paradigmi (1 pagine formato doc)

Orgetorige,il più nobile tra gli Elvezi, aveva convinto i suoi cittadini affinché uscissero dai propri confini e si impossessassero di tutto l'impero Gallico.
Due erano le marce(viaggi), per i quali potevano andare: Uno attraverso i Sequani, l'altro attraverso la provincia romana.
Ma a loro non era permesso attraversare la Provincia, poiché gli era stato proibito da Cesare. Era rimasta solo la via attraverso i Sequani, ma non poteva convincere questi affinché gli dessero di propria volontà la possibilità di attraversare.

Perciò gli Elvezi inviano ambasciatori all'Eduo Dumnorige per ottenere in accordo con questo di consentire a marciare attraverso i loro confini.
Dumnorige poteva moltissimo presso i Sequani e sosteneva gli Elvezi poiché la figlia di Orgetorige (appartenente) a quella civiltà lo aveva sposato.
Inoltre, spinto dalla brama di potere, aspirava a cambiamenti politici e voleva avere legati a se quante più città.