Ovidio - Ars amatoria - Libro I

Appunto inviato da wwww46
/5

Traduzione di tutto il primo libro dell' ars amatoria di ovidio (22 pagine formato doc)

Se c'è tra voi chi non conosca ancora l'arte d'amare, legga il mio poema e fatto esperto colga nuovi amori! Solcano l'onde con le vele o i remi, sospinte ad arte, l'agili carene; con arte noi guidiamo il lieve cocchio: con arte dunque è da guidarsi Amore! Esperto Automedonte era sul carro alle briglie flessibili e pilota Tifi fu un tempo sulla poppa emonia.
Me volle guida Venere e maestro al più tenero amore: ch'io d'Amore sia detto dunque Tifi e Automedonte! S'è vero ch'è selvaggio e che sovente scalpita e freme, Amore è ancor fanciullo: docile età ch'è facile a guidarsi. Educava il Filliride col canto Achille giovinetto, dominando con tenera arte quel cuore selvaggio: e quegli che più volte fu terrore agli amici e ai nemici, innanzi al vecchio carico d'anni, dicono tremasse.
Quella mano che avrebbe Ettore un giorno duramente provato, egli l'offriva, quando richiesta, ai colpi del maestro. Dell'Eacide fu guida Chirone, io lo sono d'Amor: fanciulli entrambi, tremendi figli entrambi d'una dea.