Si vis pacem, para bellum

Appunto inviato da airolano
/5

Versione tratta dal libro "La versione latina" (1 pagine formato doc)

E’ grande la gloria militare di Epaminonda,famoso condottiero dei Tebani.
Egli rafforzava i corpi e gli animi dei soldati tramite continui esercizi ed incitamenti, sopportava con animo sereno le fatiche, gli inverni e le veglie, superava le difficoltà con prontezza d’ingegno, stabiliva gli ordini dei cavalieri e delle fanterie con somma abilità, combatteva valorosamente, e conduceva i soldati a modo suo alla vittoria. Un tempo i Tebani poiché facevano guerra contro gli Spartani ed Epaminonda, per consuetudine dei cittadini, possedeva il sommo potere, un certo Meneclide, invidioso per l’impavido condottiero, durante un’assemblea lo avversava per invidia e proclamava una unione per la guerra. Allora Epaminonda: “Poiché -disse- convochi i Tebani dalla guerra e li induci al riposo, ingannandoli con le parole: infatti il riposo procura dipendenza, la guerra prepar la pace..