Lo studio dell'eloquenza

Appunto inviato da roby0089
/5

Versione di latino di cicerone tradotta in italiano. (1 pagine formato doc)

LO STUDIO DELL'ELOQUENZA LO STUDIO DELL'ELOQUENZA TRALASCIANDO LA GRECIA,CHE VOLLE SEMPRE ESSERE PROMOTRICE DELL'ELOQUENZA, E QUELA INVENTRICE DI TUTTE LE DISCIPLINE, ATENE NELLA QUALE L'ARTE DEL DIRE SIA FU INVENTATA SIA FU PORTATA A PERFEZIONE, IN QUESTA STESSA CITTA' SENZA DUBBIO NESSUNO STUDIO MAI FU IN VIGORE CiìON MAGGIORE FORZA CHE LO STUDIO DELL'ELOQUENZA.
INFATTI DOPO CHE, DOPO LA COSTITUZIONE DI UN DOMINIO ESTESO A TUTTI I POPOLI, LA DUREVOLEZZA DELLA PACE CONSOLIDO' IL TEMPO DEL RIPOSO, QUASI NESSUN GIOVANE DESIDEROSO DI LODE NON RITENNE CHE BISOGNASSE IMPEGNARSI CON TUTTO L'ARDORE ALL'ELOQUENZA. E DA PRIMA IN VERITA' I NOSTRI UOMINI, IGNARI DI OGNI CONOSCENSA TEORICA, POICHE' PENSAVANO CHE NON CI FOSSE NE' ALCUNA VIA PER LA PRATICA NE' ALCUN PRECETTO DELL'ARTE (DELL'ELOQUENZA), CONSIGLIAVANO QUANTO POTEVANO CONSEGUIRE CON L'INGEGNO E LA RIFLESSIONE.
POI INVECE, UDITI GLI ORATORI GRECI E CONOSCIUTI I LORO SCRITTI E PRESILI COME INSEGNANTI, SI INFIAMMARONO DI UN INCREDIBILE PASSIONE PER L'ERTE DEL DIRE. LI INCITAVA LA GRANDEZZA E LA VARIETA' E IL NUMERO DELLE CAUSE, DELLE QUALI LA PRATICA FREQUENTE SUPERAVA GLI INSEGNAMENTI DI TUTTI I MAESTRI. VI ERANO POI PER QUESTO STUDIO I PREMI PIU' GRANDI: LA PIACEVOLEZZA, LA RICCHEZZA, LA DIGNITA'.