Testo e traduzione Institutio oratoria, I, praefatio, 9-10

Appunto inviato da pinuccio15
/5

testo latino originale e traduzione letterale "Institutio oratoria, I, praefatio, 9-10" di Quintiliano (1 pagine formato doc)

Testo e traduzione Institutio oratoria, I, praefatio, 9-10 - QUINTILLIANO - Institutio oratoria, I, praefatio, 9-10.

Oratorem autem instituimus illum perfectum, qui esse nisi vir bonus non potest, ideoque non dicendi modo eximiam in eo facultatem sed omnis animi virtutes exigimus.

Leggi anche Traduzione Institutio oratoria 1 3 ,1-5

Neque enim hoc concesserim, rationem rectae honestaeque vitae, ut quidam putaverunt, ad philosophos relegandam, cum vir ille vere civilis et publicarum privatarumque rerum administrationi accommodatus, qui regere consiliis urbes, fundare legibus, emendare iudiciis possit, non alius sit profecto quam orator.

Leggi anche Traduzione prima parte dell'Institutio oratoria

Traduzione letterale: Dunque abbiamo definito perfetto oratore quello che non può essere se non "vir bonus" e perciò esigiamo in lui non solo una eccezionale abilità del parlare, ma tutte (omnis= omnes, ipallage) le virtù dell'animo.

.