La volpe e l'aquila

Appunto inviato da jagr
/5

Versione dal Latino tradotta "La volpe e l'aquila"(testo originale di Fedro).(formato word pg 1) (0 pagine formato doc)

Untitled LA VOLPE E L?AQUILA di Fedro Una volta l'aquila rapì piccoli volpini e sull'alto albero li pose nel nido davanti a dei pulcini affamati.
La madre ansiosa dei piccoli si avvicinò all'albero e chiese con preghiere dolorose i suoi piccoli. L'aquila sull'alto nido protetta disprezzò le lamentazioni della misera madre. Allora la volpe dall'altare di giove afferrò l'ardente torcia e presso i piedi dell'alto albero disse all'aquila: “Rendimi i miei figli altrimenti brucerò il tuo albero e il tuo nido”. L'aquila, piena di terrore, consegnò i figli incolumi e implorò perdono. Gli uomini devono temere per quanto si voglia la grande potenza e per quanto si voglia i debitori: la vendetta infatti è accessibile all'astuta ingegnosità.